ottobre 20, 2019

Necropoli Li Muri

By on agosto 27, 2018 0 231 Views

Fa parte della provincia di Olbia – Tempio Arzachena, il capoluogo amministrativo della Costa Smeralda. Rinomata per il suo territorio, che ospita i luoghi vacanzieri più ricercati, simbolo distintivo di Arzachena è una curiosa roccia, erosa a forma di fungo; la città vanta un prestigioso patrimonio archeologico, e una costa che si estende per ben 125km.

Tra i siti archeologici da visitare ad Arzachena, vi sono le Nuraghe Albucciu, complessa costruzione nella quale si trovano elementi riconducibili all’architettura nuragica; da qui, proseguendo per una stradina, si troverà il Tempietto di Malchittu: costruzione nuragica dal genere unico in Sardegna, di forma vagamente ovale. Proseguendo verso Luogosanto, si arriverà ad altri 3 siti archeologici degni di nota: la Tomba dei giganti di Coddu vecchiu, la Tomba dei giganti di Li Lolghi, e la necropoli di Li Muri.

Altra tappa obbligatoria visitando Arzachena, sono le Chiese della città: la Chiesa di Santa Lucia, che sorge nella parte alta del paese, si raggiunge grazie ad una suggestiva gradinata, e dalla piazza antistante la Chiesa, è possibile ammirare il paesaggio circostante. Nel centro storico della città invece, è possibile ammirare la Chiesa di Santa Maria della Neve: edificata nel 1776 su richiesta di i Carlo Emanuele III, custodisce al suo interno un raffinato altare ligneo, ed un intaglio raffigurante la Vergine che allatta il Bambino. Esistente già dal 1776, poi abbattuta e riedificata su di un terreno adiacente, è invece la Chiesa di San Pietro (Santu Petru), che custodisce al suo interno una statua policroma di S.Pietro seduto in cattedra, denominata dagli abitanti “Santu Petru in catrea”; poco distanti da Arzachena infine, vi sono altre tipiche e spartane Chiese campestri.